L’AVVENTURA DI GIOVENTÙ STUDENTESCA | Massimo Camisasca, fotografie di Elio Ciol

Con prefazione di Julián Carrón

C’è qualcosa di più effimero e fragile di un volto umano?
Eppure Dio si serve proprio di questo per farsi conoscere dall’uomo di ogni tempo. È il Suo metodo.
Julián Carrón

La storia dei primi 10 anni di Gioventù Studentesca raccontata attraverso le bellissime foto di Elio Ciol, molte delle quali inedite.

Un grande fotografo, Elio Ciol, conosciuto in tutto il mondo ha incrociato la vita di don Giussani nei dieci anni (1954-1965) in cui il sacerdote milanese dava vita a Gioventù Studentesca, la comunità che sarebbe poi diventata Comunione e Liberazione. Di quel decennio, le foto di Elio Ciol sono una testimonianza essenziale.

Le più importanti sono raccolte nel volume fotografico edito da Mondadori Electa, L’avventura di gioventù studentesca. Gli scatti del fotografo sono affiancati nel libro dal racconto storico di Massimo Camisasca e dalle testimonianze di due nomi molto conosciuti e stimati all’interno del movimento di Comunione e Liberazione: la psicologa Eugenia Scabini e don Pigi Bernareggi, missionario in Brasile da 50 anni.

Elio Ciol (Casarsa della Delizia, 1929). Dal 1955 al 1960 è attivo nel circolo fotografico La Gondola di Venezia. Nel 1962 partecipa come fotografo di scena al film Gli Ultimi di Vito Pandolfi e Padre David Maria Turoldo. L’anno dopo, 1963, a Milano, collabora con Luigi Crocenzi alla realizzazione della Fondazione Arnaldo e Fernando Altimani per lo studio e il linguaggio delle immagini. Ha esposto in mostre personali e collettive, in Italia e all’estero. Sue fotografie sono presenti in collezioni private e in istituzioni pubbliche, in tutto il mondo. Molti i premi e i riconoscimenti ricevuti nella sua lunga attività. Nel dicembre 2001 il “New York Times” gli ha dedicato uno spazio nella sezione Arts and Leisure. Ha contribuito alla realizzazione di oltre duecento volumi. Da sessant’anni Elio Ciol scrive con la luce, tracciando un lungo e affascinante itinerario fotografico. È autore di numerosi libri fotografici.

 

Massimo Camisasca (Milano, 1946), a quattordici anni incontra al liceo Berchet di Milano don Luigi Giussani, che sarà il fondatore di Comunione e Liberazione, movimento nel quale, negli anni successivi, ricoprirà importanti cariche di responsabilità. Laureatosi in Filosofia all’Università Cattolica di Milano inizia il suo insegnamento di storia, filosofia e religione prima nei licei milanesi, poi all’Università Cattolica di Milano.

Nel 1975 viene ordinato sacerdote. Nel 1985 fonda la Fraternità Sacerdotale dei Missionari di San Carlo Borromeo, Società di Vita Apostolica di Diritto pontificio. Il 29 settembre 2012 è stato nominato da Sua Santità Benedetto XVI Vescovo di Reggio Emilia – Guastalla.

Julián Carrón, sacerdote, teologo e docente universitario, dal 2005 è presidente della Fraternità di Comunione e Liberazione.

Mondadori Electa

17 x 24 cm

160 pp.

Cartonato con sovracoperta

24,90 €