Premio Ponchielli 2008

Sala Montanelli gremita la sera del 26 maggio, al Circolo della Stampa, per la proclamazione del vincitore del Premio Amilcare G.Ponchielli 2008. Presenti giornalisti, photo editor e tanti, tantissimi fotografi tra i quali molti autori che hanno partecipato con i loro progetti a questa quinta edizione del Premio, ideato e organizzato dal GRIN.

giuria_ponchielli_2008Andrea Monti, direttore di Max e Presidente della giuria di quest’anno, ha ricordato con parole affettuose Amilcare Ponchielli, amico e collega con cui ha lavorato a Sette. Poi ha descritto al pubblico il clima della serata del 19 maggio quando con lui si sono riuniti i giurati Walter Guadagnini, curatore della collezione Unicredit & Art, Gianni Berengo Gardin, Valeria Moreschi, responsabile delle Gallerie Fotografiche Fnac Italia, Mariuccia Stiffoni Ponchielli e i photo editor Kitti Bolognesi, Samantha Primati e Arianna Rinaldo per visionare i 21 lavori già selezionati dall’assemblea del GRIN (i progetti pervenuti al GRIN quest’anno sono stati 130). Dato l’alto livello complessivo dei progetti presentati la decisione finale non è stata facile. Valeria Moreschi ha riscontrato in tutti gli autori una notevole qualità fotografica e una comune e forte progettualità. Marco Fioravanti, in rappresentanza di Unicredit & Art, partner di questa edizione con un premio d’acquisto di 5000 euro per il vincitore, ha sottolineato il forte impegno del suo gruppo bancario nel settore dell’arte contemporanea e in particolare nel campo della fotografia. Dopo la proiezione dei 15 lavori arrivati in finale Andrea Monti ha proclamato ufficialmente il vincitore del premio Amilcare Ponchielli 2008, i due autori segnalati e il libro fotografico.

Alla serata non ha potuto partecipare Lorenzo Cicconi Massi, vincitore della scorsa edizione, per consegnare, come è consuetudine del Premio, una sua foto a Paolo Woods, il premiato di quest’anno. Lo farà in autunno in  occasione dell’inaugurazione della sua mostra alla Fnac.

Progetto vincitore:

Paolo Woods

Il Far West cinese


Primo segnalato:

Lorenzo Castore

La terra sotto i piedi


Secondo segnalato:

Alberto Giuliani

Radio LU14, Argentina


Il libro dell’anno:

“The Roma Journeys”

di Joakim Eskildsen
Edito da STAEDL, Gottingen, 2007

Progetto vincitore:

PAOLO WOODS

IL FAR WEST CINESE

La Giuria ha deciso di premiare il progetto di Paolo Woods che affronta, con una narrazione di straordinaria efficacia, un tema di grandissimo interesse giornalistico: la Cina alla conquista del continente africano. La sua fotografia riesce a combinare alta qualità estetica e precisione giornalistica.

© Paolo Woods

Progetto.pdf   Biografia.pdf

Primo segnalato:

LORENZO CASTORE

LA TERRA SOTTO I PIEDI

Le motivazioni della giuria.
Per la sua capacità di approfondimento psicologico, estraniazione dal contesto. E’ una storia immaginata, complessa, articolata e sempre affascinante.

© Lorenzo Castore

Progetto.pdf   Biografia.pdf

Progetto segnalato:

ALBERTO GIULIANI

RADIO LU14, ARGENTINA

Le motivazioni della giuria.
Giuliani ha realizzato il ritratto di un paese vasto e desolato utilizzando come filo conduttore la forza irrinunciabile della parola che grazie alla radio crea un legame fra persone fra di loro lontanissime. I suoi ritratti sono diretti ed efficaci, i suoi paesaggi magnifici.

© Alberto Giuliani

Progetto.pdf   Biografia.pdf

Il libro è il risultato di un lungo progetto durato cinque anni. E’ un racconto senza pregiudizi, realizzato con grande partecipazione emotiva che accompagna puntualmente i viaggi di un popolo che attraversa il mondo e il loro confrontarsi con le diverse realtà.

Joakim Eskildsen, “The Roma Journeys”, prefazione di Gunter Grass. Edito da STAEDL, Gottingen, 2007