STEVE McCURRY | UNA VITA PER IMMAGINI di Bonnie McCurry

A Steve McCurry, mio fratello, la persona più talentuosa che abbia mai conosciuto

Bonnie McCurry

Steve McCurry è uno dei fotografi contemporanei che più hanno segnato l’immaginario comune, raccontando con i suoi scatti storie di volti e di uomini di tutte le culture del mondo.

Mondadori Electa pubblica in esclusiva mondiale la sua prima biografia ufficiale: Steve McCurry. Una vita per immagini, scritta dalla sorella Bonnie McCurry, presidente degli Studios e da sempre legata al fratello da uno stretto rapporto affettivo e professionale, vera custode dell’archivio di immagini raccolte da Steve in 40 anni di carriera.

Il volume, cui l’editore ha lavorato per diversi anni in strettissimo contatto con Bonnie e Steve McCurry, raccoglie 600 scatti del fotografo, di cui oltre 200 inediti, e una serie di documenti e memorabilia dei viaggi avventurosi affrontati da Steve.

 

In una sorta di  romanzo di formazione, Bonnie ripercorre la vita del fratello partendo dall’infanzia a Philadelphia; narrando l’incidente che ha segnato per sempre la sua vita; gli anni giovanili e le prime esperienze artistiche; il primo grande viaggio in Europa e la decisione irrevocabile di intraprendere la carriera di fotografo.

Il racconto prosegue per circa 40 anni tra luoghi di guerra (la Cambogia, il Medio Oriente, l’Afghanistan), disastri naturali (i monsoni in India) e luoghi dello spirito (le grandi vette himalayane e i templi, luoghi di fede e spiritualità).

A rendere unico il volume un’esaustiva raccolta di scatti divisi per tematiche e alcuni portfolio inediti, presentati al lettore con la grafica elegante ed originale di Yolanda Cuomo, designer affermata nel mondo dell’editoria e della cultura, con all’attivo collaborazioni con alcune delle più importanti case editrici mondiali.

Il volume sarà coeditato in lingua inglese, francese e tedesca e a novembre Steve McCurry e Bonnie McCurry saranno in Italia a presentare il volume (sabato 17 novembre ore 17 Nuvola Lavazza, Via Ancona 11/A – Torino e nel contesto di BookCity: domenica 18 novembre alle ore 11 presso il Piccolo Teatro Grassi di Milano).

Steve McCurry è una delle icone della fotografia contemporanea da oltre trent’anni. Nato a Filadelfia, Pennsylvania, studia Cinematografia alla Pennsylvania State University e inizia a lavorare come fotografo per un giornale locale. Due anni dopo intraprende il primo di una lunga serie di viaggi in India. Partito portando con sé con poco più di una sacca di vestiti e una scorta di rullini, esplora il subcontinente con la sua macchina fotografica.

Dopo qualche mese lascia l’India e si sposta in Pakistan. In un piccolo villaggio incontra un gruppo di profughi afghani che lo convincono a seguirli. Travestito da contadino indigeno, con la barba lunga e il viso segnato da mesi di privazioni passati tra i mujahiddin, McCurry riesce ad attraversare il confine pakistano con i rullini cuciti nella fodera dei vestiti proprio mentre gli invasori sovietici chiudono l’accesso alla stampa occidentale.

Le sue fotografie sono tra le prime a mostrare al mondo la brutalità dell’invasione russa. Da allora McCurry ha continuato a puntare il suo obiettivo su svariati Paesi sparsi nei sei continenti. I suoi scatti memorabili documentano conflitti, culture che rischiano di sparire, tradizioni millenarie e contraddizioni contemporanee, senza tuttavia tralasciare quell’elemento umano che ha reso il celebre ritratto della ragazza afghana un’immagine di grande potenza espressiva.

McCurry è stato insignito di alcuni dei riconoscimenti più prestigiosi, tra cui la Robert Capa Gold Medal e il National Press Photographers Award, e può vantare il primato di aver vinto per ben quattro volte il World Press Photo Contest e di aver conquistato decine di altri premi nel corso della sua carriera.

 

Bonnie McCurry ha alle spalle quarant’anni di insegnamento nelle scuole pubbliche e private.

Gestisce gli Steve McCurry Studios e coordina l’attività di ImagineAsia, un’organizzazione non-profit che opera prevalentemente in Afghanistan.

Durante i suoi soggiorni in questo Paese ha insegnato inglese nelle scuole superiori femminili, ha promosso numerose iniziative a sostegno dell’istruzione e ha dato vita al progetto “Young Women’s Photographic Initiative”.

Mondadori Electa

Collana Fotografia d’autore

25 x 33 cm

392 pp.

600 fotografie

49,00 €

in libreria il 9 ottobre 2018