All’interno di Uovo performing arts festival, in corso in questi a Milano, è stato presentato il libro di Luca Del Pia Overground. Visioni dalla scena performativa italiana, pubblicato da Boiler Corporation con il contributo di Fondazione Fotografia e Fondazione Cassa di Risparmio Modena.

Il fotografo affronta un tema a lui molto caro, quello della performance artistica e teatrale, decontestualizzandolo: i soggetti, fuori dalla scena, in cui luce e spazio sono costruiti in funzione dello spettacolo (e della fotografia), sono immersi in un paesaggio mai prevedibile e sul quale Del Pia non interviene in alcun modo. La foto si costituisce di elementi mutevoli, la performance dell’artista e l’ambiente naturale, del quale si accettano tutte le imprevedibilibità. Attraverso una tecnica estremamente semplice l’immagine diventa rappresentazione di una visione interiore che nasce da questo incontro e di cui i soggetti in gioco, fotografo e artista, non sono del tutto consapevoli.

Helen Cerina: Livorno Ferraris