Emanuele Satolli vince il Premio Ponchielli 2017

Il Premio Amilcare G.Ponchielli 2017 è stato vinto da Emanuele Satolli con il lavoro La battaglia di Mosul.
I due lavori segnalati sono Strada 106 di Filippo Romano e Workforce di Michele Borzoni.
Qui la motivazione di Annalisa Monfreda, direttore di Donna Moderna e presidente della giuria.

Emanuele Satolli ha usato l’assioma tipico della fotografia di guerra e cioè che bisogna andare molto vicino per raccontare veramente. Robert Capa diceva: “Se la foto non è bella è perché non sei andato abbastanza vicino”. Però Emanuele non si è avvicinato solo col corpo, non ha portato solo la sua macchina fotografica a pochi centimetri da dove si sta scrivendo indiscutibilmente la storia di questi anni. Emanuele è andato vicino con la testa, ci ha messo tutta la sua partecipazione emotiva. Le sue foto colpiscono per la densità di emozione che traspare in ogni scatto. Il valore della sua fotografia è nella capacità di documentare e al tempo stesso provocare una reazione nell’osservatore.