28 fotografie a colori di medio e grande formato: è il lavoro che Stefano Nicolini dedica ai protagonisti dello sport internazionale. Una metafora della possibile evoluzione umana della società globale. L’autore annulla i volti e le identità degli atleti e, senza nessuna manipolazione, esalta la purezza e la sacralità del gesto atletico. «I miei Campioni sono donne e uomini recuperati all’involuzione di una solitudine esistenziale e di un agire senza ideali che li aveva ridotti a umanoidi» spiega l’artista.

inaugurazione 10 aprile ore 18.30

Galleria Obiettivo Reporter, via Natale Battaglia 34, Milano

a cura di Maria Teresa Cerretelli

nuoto-104_2-vital-exclamations © Stefano Nicolini, Automaton athletic loneliness