Privacy Policy Cookie Policy Premio Ponchielli 2015

Luca Rotondo con Metropolitan lullabies vince la dodicesima edizione del Premio Amilcare G. Ponchielli. Le zone centrali di Milano viste di notte, quando abitanti e turisti sono tornati a casa e le vie deserte diventano l’abitazione di persone altrimenti invisibili.

Gianfrando Tripodo con Frontera Sur e Massimo Sestini con Mare nostrum sono i due autori segnalati. Entrambi affrontano un problema più che mai attuale, il dramma di coloro che fuggono da situazioni di guerra e di fame e cercano rifugio sulle coste italiane e spagnole. Due progetti molto intensi sul problema dell’immigrazione che hanno riscosso grande interesse da parte dei media nazionali e internazionali.

La giuria del Premio ha sottolineato la propria scelta di incoraggiamento di un giovane come Luca Rotondo pur riconoscendo nei progetti di Tripodo e Sestini la grande rilevanza professionale sia per l’argomento che per lo sviluppo fotografico.

Il miglior libro fotografico è Cadets. Au coeur des académies militaires di Paolo Verzone.

Alla serata dell’11 giugno presso il Circolo della Stampa di Milano c’era un pubblico attento e sensibile in attesa della proclamazione del vincitore della dodicesima edizione del premio Amilcare G.Ponchielli. Dopo la proiezione dei quindici progetti fotografici selezionati dal GRIN e magistralmente assemblati e valorizzati come ogni anno dalla musica di Luca Toccaceli, la giuria, composta quest’anno da Daniela Hamaui, direttore editoriale dei periodici de La Repubblica e presidente di giuria, Alessandro Grassani, fotografo e vincitore dell’undicesima edizione del Premio Ponchielli, Maurizio Zanuso della Galleria Bel Vedere, Mariuccia Stiffoni Ponchielli e tre componenti del GRIN, Alfredo Albertone, Mariella Sandrin e Laura Incardona, ha proclamato alla presenza del nostro sponsor Giovanni Faggiolati, presidente e amministratore unico dell’impresa di sistemi idraulici di irrigazione Faggiolati Pumps Spa di Macerata che da tre anni sostiene il premio promosso dal GRIN, il vincitore del Premio Ponchielli 2015, i due autori segnalati e il miglior libro premiato. Come simbolico passaggio di consegna di anno in anno del premio Amilcare G.Ponchielli, è stata donata da Alessandro Grassani una stampa fotografica del progetto Environmental migrants (vincitore dell’anno scorso) a Luca Rotondo.

Fotografo vincitore

LUCA ROTONDO

Metropolitan lullabies

Le motivazioni della giuria. Nel guardare il lavoro di Luca Rotondo siamo rimasti colpiti per la precisione e la forza delle immagini. Metropolitan lullabies racconta una città molto spesso ben nota a tutti noi milanesi, se volete una realtà vista e forse stravista ma che mostra con umanità, discrezione e garbo gli homeless, i senza casa, fantasmi ignorati dai più che molto spesso non li vogliono vedere. Le fotografie di Luca Rotondo ben calibrate da un ottimo dominio tecnico sono segnale di grande rispetto umano e dimostrano con buona forza narrativa il cuore di una città, sempre e comunque ricca, sfavillante anche nella sua notte, vissuta poi da persone che cercano in essa un rifugio non una dimora. In questo lavoro Il centro di Milano con i suoi marmi, le sue architetture, le sue boutique, il suo benessere diventano “culla” di marmo e cemento degli homeless. Un racconto visivo quello di Rotondo apparentemente fatto di singole foto, ma che a nostro parere diventano un insieme forte e non ripetitivo, immagini che si legano tra di loro in modo attento dove umanità e architettura divengono un tutt’uno. In questo reportage, una sorta di “ninna nanna” ben raccontata, crediamo di scorgere un segnale forte e moderno di racconto fotografico.

Autore segnalato

GIANFRANCO TRIPODO

Frontera Sur

Il reportage racconta la migrazione da Ceuta e Melilla, le due enclavi spagnole in Marocco che sono le uniche porte di ingresso all’Europa via terra per chi arriva dall’Africa. L’autore segue da tre anni i migranti dal Marocco alla Spagna.

Autore segnalato

MASSIMO SESTINI

Mare nostrum

È stata la più grande missione di salvataggio in mare dei migranti tra lo Stretto di Sicilia e le coste libiche, attuata da Marina e Aeronautica Militare dal 18 ottobre 2013 al 31 ottobre 2014. L’autore ha ottenuto il permesso di accompagnare i militari della missione restituendoci visioni dall’alto e immagini molto ravvicinate delle operazioni di soccorso ai migranti.

Miglior libro fotografico

Cadets. Au coeur des académies militaires di Paolo Verzone, Éditions de La Martinière 2014.

Le motivazioni della giuria. L’autore ha fotografato i cadetti delle migliori accademie militari d’Europa. Le immagini di Verzone ritraggono giovani cadetti e cadette non solo nella loro austera e impersonale fissità militare ma anche nella loro imperscrutabile individualità. Non sorridono mai ma lasciano scorgere nei loro occhi il percorso delle loro vite.

I FOTOGRAFI FINALISTI

Andrea & Magda Sinai Park

Francesco Anselmi Xenios Zeus

Michele Borzoni La solitudine dell’Articolo 1

Alfredo Bosco Davai Donbass

Pierfrancesco Celada Modern Megalopolis

Lorenzo Maccotta Sex workers

Pietro Masturzo Settlers. I coloni israeliani nei territori palestinesi

Gabriele Micalizzi Once upon a time in Libya

Giulio Piscitelli From there to here. L’immigrazione ai tempi della fortezza Europa

Niccolò Rastrelli Il pranzo della domenica

Rocco Rorandelli Dietro la cortina di fumo

Emanuele Satolli In the bag for North

Guarda il video dei finalisti selezionati dai photo editor del GRIN e valutati successivamente dalla giuria che ne ha decretato il vincitore.

Premio Ponchielli 2015: i 15 finalisti