Women Are Heroes – JR a Parigi

Vivono in Africa, in Brasile, in India, nelle favelas o nei quartieri della buona borghesia. I loro ritratti, stampati in megaformato, trasformano il paesaggio di Parigi fino al 2 novembre, rivestendo ponti e muri della città. L’autore della mostra, intitolata Woman, è lo stesso divenuto famoso per Face to Face, ritratti di ebrei e musulmani che ridono e si fanno le boccacce. Non si sa come si chiami, si firma con le iniziali: JR. «Vengo dalla banlieue di Parigi, facevo graffiti», racconta. «Una sera ho trovato nel metrò una macchina fotografica, ho iniziato a ritrarre i miei amici e i ballerini di break dance. Non avevo molti soldi per le stampe, così ho iniziato a fotocopiare le immagini e incollarle sui muri. Poi mi è venuta l’idea delle gigantografie. Continuo a fare cose illegali: fotografo e tappezzo i muri con le mie gigantografie, senza chiedere permessi o aiuti economici. Anche la mostra di Parigi è autoprodotta. Ma la ragione fondamentale per cui non voglio far sapere come mi chiamo è che ritraggo gente anonima: se ci fosse il mio nome mi sembrerebbe di mettermi in primo piano. Invece io voglio far parlare chi di solito non è ascoltato».

http://www.womenareheroes-paris.net/